24 Aprile 2018
[]

interventi possibili

Dr Bracci Bientina: la cura dell´epicondilite con il Metodo Grimaldi

"Solitamente gli abituali trattamenti dell´epicondilite - o gomito del tennista - prevedono il riposo e l´utilizzo di tutori - spiega il Dr. Riccardo Bracci, kinesiologo con studio a Bientina (Pi) - per poi passare all´utilizzo di farmaci antinfiammatori".

Questa sequenza terapeutica può talvolta rivelarsi inefficace con la consequenza che il paziente è destinato ad affrontare periodi di tempo caratterizzati da da una quasi totale immobilità. Nel momento in cui le fasi di inattività si susseguono sempre più spesso, con la consultazione di un chirurgo si può decidere o meno per la praticabilità di un intervento. Nelle parole del Dr. Bracci: "Ciò che oggi noi siamo in grado di eliminare è questa sequenza di periodi inattivi, spesso seguiti da una marcia verso il tavolo operatorio. Le diverse articolazioni fanno quello che devono fare e quindi non vanno incontro a dolore finché le parti muscolari capillari e tendinee fanno il loro dovere", spiega il Dr. Bracci, laureato in Fisioterapia, precedentemente Docente di Scienze e Tecniche Riabilitative presso l´Università degli Studi di Firenze. Il Dr. Bracci lavora da oltre trent´anni in maniera esclusiva sul Metodo Grimaldi, che ha lui stesso identificato nella prima metà anni ´80 in collaborazione con il Dr. Luigi Grimaldi e il Dr. Massimo Fantozzi.
Quando c´è un utilizzo improprio della muscolatura pertinente ecco che affiorano i problemi. L´epicondilite riassume tutti i problemi delle articolazioni muscolo scheletriche. Oggi può essere possibile ridurre drasticamente fino alla scomparsa gli effetti e le cause che conducono a tale sintomatologia avvalendosi del metodo Grimaldi. Un supporto indispensabile per un approccio importante nel trattamento del paziente affetto da problemi ai tendini, un metodo fisioterapico basato sull´accorciamento muscolare e sulla sollecitazione di trazione. La manovra di Grimaldi permette con sistematicità un rapido ripristino del corretto assetto funzionale nei gruppi muscolari bersaglio della terapia, con l´applicazione di protocolli mirati che riescono a ricreare equilibrio fra le diverse componenti muscolari, consentendo durante le attività una ridistribuzione degli stress meccanici sulle diverse articolazioni e muscoli delle sinergie di movimento. La terapia è rivolta solo ai muscoli doloranti dell´avambraccio ma, secondo quello che tradizionalmente viene definito "stadio di ricondizionamento settoriale", vengono riequilibrati anche i componenti della muscolatura del cingolo scapolo-omerale, fascia addominale e muscolatura degli arti inferiori.

Azienda: Dr Bracci
Settore: Kinesiologo
Location: Bientina (Pisa)
Intervistato: Dr. Bracci
Ruolo: Titolari

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata