17 Dicembre 2017
[]

interventi possibili

SINDROME TUNNEL CARPALE (NEUROPATIA DA INTRAPPOLAMENTO) - SI PUO GUARIRE EVITANDO L´INTERVENTO

19-11-2008 - Interventi possibili
E´ possibile guarire, aggirando l´intervento chirurgico,mediante l´utilizzo di particolari manovre riabilitative.

B.Hazleman del dipartimento di medicina dell´Addembrookes-Hospital (Cambridge) definisce in maniera puntuale le principali caratteristiche del tunnel carpale: l´intrappolamento del nervo mediano nel tunnel carpale, a livello del polso,costituisce la più comune lesione da intrappolamento e si verifica con una certa prevalenza nel sesso femminile.

Il quadro clinico in fase precoce è caratterizzato da un formicolio doloroso a livello del polso e della mano, che interessa in modo particolare il pollice, l´indice ed il medio. Tuttavia i sintomi spesso sono poco localizzati, il dolore talvolta può irradiarsi dal polso verso l´alto, lungo l´avambraccio e può interferire con il sonno.

In tali circostanze i pazienti cercano di alleviare il dolore facendo pendere il braccio interessato al di fuori dal letto. Successivamente si riscontra una diminuzione della forza muscolare, puo anche verificarsi una riduzione della sensazione tattile. Se il paziente non viene sottoposto a trattamento... va incontro ad atrofia muscolare.

Da : " Malattie muscolo scheletri che e del tessuto connettivo" ( Manuale di medicina interna -R.L.Souhami-J.Moxam).
Quando le terapie farmacologiche di solito utilizzate nella cura del tunnel carpale si rilvelano poco efficaci, i pazienti vengono inviati al chirurgo per l´intervento. Oggi è possibile evitare questo percorso, spesso inconcludente nella fase delle cure farmacologiche, e doloroso nella eventualità dell´intervento chirurgico, mediante il ricorso a manovre riabilitative particolari, che si rifanno al principio dell´ "Accorciamento muscolare e sollecitazione di trazione".

Chi scrive ha identificato con altri ( R.Bracci, M.Fantozzi, L.Grimaldi ) il razionale di tale metodologia di lavoro, con particolare riguardo ad aspetti protocollari clinico applicativi nelle diverse patologie ( Neurolesioni centrali propriamente dette, periferiche di pertinenza ortopedica, degenerative del S.N.C.) .
Questa manovra riabilitativa è oggetto di insegnamento presso le Università degli Studi di Firenze e Pisa; Molti corsi di aggiornamento e seminari sono stati tenuti in Italia ed all´estero ( Germa di Marsiglia ? ) inoltre è citata e descritta in diversi volumi e trattati di medicina riabilitativa :

M.M.Formica 1989- Trattato di neurologia riabilitativa
S.Giaquinto 1991- Riabilitazione ictus cerebrale
G.H.Valobra 1992- Trattato di medicina fisica e riabilitazione
V.Pirola 1998- Movimento umano applicato alla rieducazione attività sportive
Tre monografie prodotte nel 1984-86-88 dal titolo " Evocazione di componenti motorie assenti nelle lesioni del S.N.C."
Inoltre la possibilità di stabilire una relazione causa-effetto misurabile ha permesso a questa manovra terapeutica di venir pubblicata su riviste di settore che godono di buona indicizzazione ( vedere in allegato )

Le manovre riabilitative in oggetto, utilizzate nella cura del tunnel carpale, sono assolutamente indolori, hanno durata di pochi minuti, vengono eseguite in ambulatorio, riescono di solito ad eliminare il dolore ed i formicolii in modo completo, restituendo forza e normalità funzionale alla mano sottoposta a terapia, con un numero di sedute terapeutiche che può variare da sei ad otto. L´eventualità di dover ripetere questa terapia, a distanza di tempo per ritorno sintomatico è estremamente rara.

FREQUENZA DELLE SEDUTE:
Le sedute iniziali vengono effettuate con una frequenza pluriquotidiana allo scopo di ridurre i tempi di ottenimento del risultato.

FONTE
M.M.Formica 1989 - Trattato di neurologia riabilitativa / S.Giaquinto 1991 - Riabilitazione ictus cerebrale / G.H.Valobra 1992 - Trattato di medicina fisica e riabilitazione / V.Pirola 1998 - Movimento umano applicato alla rieducazione attività sportive.


Fonte: M.M.Formica 1989 - Trattato di neurologia riabilitativa / S.Giaquinto 1991 - Riabilitazione ictus cerebrale / G.H.Valobra 1992 - Trattato di medicina fisica e riabilitazione / V.Pirola 1998 - Movimento umano applicato alla rieducazione attività sportive

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]